Le priorità della presidenza estone del Consiglio dei ministri dell’UE

Nel corso di una serie di incontri che si sono svolti a luglio, in diverse Commissioni parlamentari, i ministri europei hanno sottolineato le priorità della nuova presidenza estone.

Commercio internazionale: riacquistare la fiducia delle persone nel libero scambio
La Presidenza vuole portare avanti diversi negoziati, aprire nuovi mercati per le imprese europee, ma al tempo stesso riconquistare la fiducia del cittadino nei confronti del libero scambio, ha detto il Ministro dell’imprenditoria e della tecnologia dell’informazione Urve Palo, al Comitato per il commercio internazionale dell’11 luglio scorso. La Presidenza è determinata a risolvere “questioni difficili” relative alla modernizzazione degli strumenti di difesa commerciale dell’UE, attualmente in discussione con i ministri. Gli eurodeputati hanno sottolineato che rendere pubblici i mandati negoziali della Commissione europea contribuirebbe notevolmente a favorirne la trasparenza.

Affari esteri: migrazione e partenariato orientale
Secondo il ministro degli affari esteri Sven Mikser la creazione di un approccio globale alla migrazione e il rafforzamento del vettore orientale della politica estera dell’UE sono questioni prioritarie. Molti parlamentari hanno sollevato preoccupazioni per quanto riguarda i colloqui di adesione della Turchia, e la plenaria ha recentemente ribadito che i negoziati dovrebbero essere sospesi se andassero avanti i cambiamenti della costituzione turca. Ma Mikser ha sottolineato che la Turchia continua ad essere un paese candidato all’UE e che è necessario mantenere un dialogo aperto.

Agricoltura e sviluppo rurale: riforma della PAC e lotta alle pratiche commerciali sleali
Assicurare un accordo con il Parlamento sul cosiddetto Omnibus per modernizzare la Politica agricola comune (PAC) è prioritario per Tarmo Tamm Ministro degli affari rurali. La Presidenza vuole inoltre migliorare la situazione dei mercati agricoli, proteggere i terreni agricoli e combattere la resistenza antimicrobica. Gli eurodeputati hanno sottolineato che la PAC sarà in grado di funzionare solo se finanziata adeguatamente e invitano la Presidenza a sostenere il Parlamento nella ricerca di una legislazione comunitaria atta ad eliminare le pratiche commerciali sleali nella catena alimentare.

Ambiente, salute pubblica e sicurezza alimentare: ETS, LULUCF
Lo scorso 11 luglio il ministro dell’ambiente Siim Kiisler ha affermato che la presidenza porterà avanti la politica dell’UE volta ad attuare gli obiettivi del cambiamento climatico di Parigi, e si impegna a compiere notevoli progressi sui fascicoli relativi alla politica climatica, come la riforma del sistema di scambio delle emissioni (ETS). Il ministro della Salute e del Lavoro Jevgeni Ossinovski ha affermato che la Presidenza desidera promuovere il coordinamento sulla cooperazione transfrontaliera in materia di e-sanità, nell’ambito del mercato unico digitale.

Mercato interno e tutela dei consumatori: creazione di un’Europa digitale
L’avanzare sul mercato unico digitale e le proposte di strategia del mercato unico saranno all’ordine del giorno, ha dichiarato il ministro dell’economia e delle infrastrutture Kadri Simson al Comitato del mercato interno il 12 luglio. Geo-blocking, pacchetto servizi e pacchetto di conformità erano tra le priorità menzionate dal ministro. Il Ministro dell’innovazione e della tecnologia dell’informazione Urve Palo ha sottolineato l’importanza del commercio elettronico, dell’e-government e della sicurezza informatica, che dovrebbe essere un “punto di forza” dell’industria europea.

Fonte Parlamento europeo