Le migliori pratiche per il trasporto del pollame

La Commissione europea ha elaborato una serie di schede informative sulle migliori pratiche per il trasporto degli animali, incluso il pollame. Il progetto pilota triennale, che si concluderà l’anno prossimo, mira a migliorare il benessere degli animali durante il trasporto, sviluppando e diffondendo linee guida, basate su buone e migliori pratiche, per il trasporto delle principali specie di bestiame.
Al progetto hanno partecipato 16 partner europei ma il progetto è specificamente destinato a Regno Unito, Francia, Spagna, Italia, Germania, Polonia, Romania e Grecia.

Secondo il rapporto durante il trasporto al fine di garantire comfort e benessere, devono essere presi in considerazione diversi aspetti, che si differenziano nel caso di trasporto di pulcini, galline o broiler. Occorre in particolare prestare attenzione alle modalità di cattura e manipolazione, per evitare danni alle sottili ossa delle galline. I sistemi di ventilazione devono essere adeguati e in funzione per evitare da stress termici o da freddo, che possono avere un impatto sulle piume delle galline; ma il controllo della temperatura atmosferica è anche importante anche per i pulcini dato che lo stress a freddo può portare all’ipotermia e alla morte. Anche lo scarso accesso ad acqua e cibo, durante il trasporto, ha un impatto considerevole soprattutto sul pollame adulto.

Lo studio esamina e fornisce consigli sulla formazione dei gestori, informazioni sulla pianificazione e la preparazione del viaggio, inclusi piani di emergenza, sul tipo di trasporto e di spazio presente sul veicolo, sulla preparazione degli animali e sugli impianti di carico. Fornisce inoltre raccomandazioni sulle pratiche relative all’alimentazione, all’abbeveraggio e alle ore di riposo, sulle modalità scarico degli animali e sulla loro cura. Inoltre fornisce indicazioni su biosicurezza, pulizia e disinfezione.

Fonte Poultry World