L’autorizzazione del preparato di narasin e nicarbazin come additivo per mangimi destinati a polli da ingrasso

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 315 del 12 dicembre 2018 è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) 2018/1957 della Commissione, dell’11 dicembre 2018, che modifica il regolamento (UE) n. 885/2010 per quanto riguarda i termini dell’autorizzazione del preparato di narasin e nicarbazin come additivo per mangimi destinati a polli da ingrasso (titolare dell’autorizzazione Eli Lilly and Company Ltd).

L’impiego del preparato di narasin e nicarbazin come additivo per mangimi destinati a polli da ingrasso è stato autorizzato per dieci anni dal regolamento (UE) n. 885/2010 della Commissione. Il titolare ha ora proposto di modificare i termini dell’autorizzazione del preparato, in merito al tenore di microtracciante rosso che dovrebbe variare da 11 g/kg a una quantità tra i 4 e gli 11 g/kg.

L’Efsa ha concluso che la riduzione in esame non ha alcuna incidenza sulle proprietà fisico-chimiche e biologiche dell’additivo. La valutazione della sicurezza e dell’efficacia effettuata per la precedente formulazione con 11 g/kg di microtracciante rosso è valida anche per la nuova formulazione, e non sono necessarie prescrizioni specifiche per il monitoraggio successivo all’immissione sul mercato. La valutazione del preparato di narasin e nicarbazin con il nuovo tenore di microtracciante rosso conferma che sono soddisfatte le condizioni di autorizzazione di cui all’articolo 5 del regolamento (CE) n. 1831/2003 ed è quindi opportuno modificare di conseguenza il regolamento (UE) n. 885/2010.

Le scorte esistenti di tale additivo conformi alle disposizioni vigenti prima della data di entrata in vigore del presente regolamento possono continuare ad essere immesse sul mercato e utilizzate fino al loro esaurimento.