L’approccio integrato della filiera avicola per tutelare produzioni e consumatore

Si terrà il prossimo 18 maggio 2018 a Cuneo il corso dal titolo “Filiera avicola: un approccio integrato per tutelare le produzioni e il consumatore” organizzato dalla Scuola di specializzazione in ispezione degli alimenti dell’Università di Torino con il contributo di Regione Piemonte, Fondazione CRC, Fondazione CRT, Istituto zooprofilattico sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, Agripiemontevet e A.s.l. CN1.

La professoressa Tiziana Civera (Dipartimento Scienze Veterinarie – UNITO) modererà gli interventi della mattinata che, dopo i saluti delle Autorità e il Patto d’aula, prevede, tra gli altri la dottoressa Gaetana Ferri su “Residui nella filiera avicola: la situazione nazionale”, Elisabetta Di Giannatale (Istituto Zooprofilattico di Teramo) su “Prevalenza e livelli di contaminazione da Campylobacter
nell’allevamento avicolo in Italia e criteri microbiologici” e Rossella Pedicone (Vicedirettore di Unaitalia) sulle azioni intraprese da Unaitalia in tema di uso degli antibiotici nell’allevamento avicolo italiano.

La sessione pomeridiana, moderata dalla dottoressa Elena Greco (Dipartimento Scienze Veterinarie – UNITO) prevede gli interventi di Manfreda Gerardo (Università degli Studi di Bologna) su “Le principali problematiche sanitarie nel settore avicolo alla luce delle attuali normative europee”, Francesca Zaltron (Università del Piemonte Orientale) su “Biosicurezza e percezione del rischio in allevamento avicolo, il contributo delle scienze sociali” e Maurizio Piumatti (ASLCN2) che riporta le “Esperienze presso un grande macello industriale in merito al benessere animale”.

Il test finale si svolgerà alle 16.45

Il corso ECM, finalizzato all’erogazione di 7 crediti formativi è riservato a 99 partecipanti, tra medici veterinari, biologi e recnici della prevenzione. L’iscrizione è gratuita per studenti della Specialità in Ispezione degli alimenti dell’Università di Torino, Dipendenti ASL CN1, Soci di Agripiemontevet, Personale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta. e docenti e studenti del Dipartimento di Scienze Veterinarie di Torino.

Per modalità di iscrizione e pagamento della quota di 30 Euro, per chi non rientra nelle suddette categorie, sul sito safood.info.