L’analisi genetica del New Object Test

Un nuovo studio ha cercato di capire se le reazioni comportamentali delle galline ovaiole nei confronti di un nuovo oggetto può servire come criterio di selezione finalizzato all’abbassamento del livello di paura.

La paura è uno stato emotivo dannoso, derivante dalla percezione di un’esperienza come potenziale pericolo. Nelle ovaiole un alto livello di paura è negativamente correlato alle prestazioni complessive della posa.

La ricerca in esame ha registrato per 30 secondi, le reazioni al test sugli oggetti nuovi (Novel Object Tets – NOT) di 9.483 ovaiole Rhode Island White (RIW) e 4.326 ovaiole Rhode Island Red (RIR). A seguito dell’analisi del filmato sono state identificate e definite sei diverse reazioni: fuga, osservazione, evitamento, approccio, evitamento-approccio, e beccare. Ad ogni gallina è stata attribuita una sola reazione. I componenti della varianza delle reazioni hanno considerato il patrimonio genetico dell’animale e gli effetti residui, e questi aspetti sono stati analizzati con il software di campionamento di Gibb, che rappresenta il carattere binomiale del NON risultato.

Due gruppi di reazioni positivamente correlati all’interno di un gruppo e negativamente tra i gruppi, hanno permesso di distinguere due profili comportamentali:esplorativo” (osservazione, approccio, beccare) e “paura” (evitamento-approccio, evitamento, fuga). I diversi profili, adattati con il software Gibb, sono stati elaborati con lo stesso modello per stimarne i parametri genetici. Nelle RIR e nelle RIW le correlazioni genetiche tra i profili sono risultate negative (0,70) mentre i tratti ereditari hanno raggiunto un punteggio di 0,17/0,19 per il profilo “esplorativo” e 0,19/0,08 per il profilo “paura”.

Fatta eccezione per l’ereditabilità del profilo “paura” nelle RIR, le ereditabilità dei profili erano superiori all’ereditabilità di ognuna delle 6 reazioni di base. La raccomandazione dei ricercatori è di abbassare il livello di “paura” selezionando il comportamento “esplorativo” basandosi sia sul profilo esplorativo che sul solo comportamento di base “beccare”, dato che questa reazione ha una ereditabilità abbastanza alta (0,13/0,16) e facile da definire.

Fonte Applied Animal Behaviour