L’aggiornamento delle norme a protezione dell’influenza aviaria

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 261 di mercoledì 11 ottobre 2017 è stata pubblicata la Decisione di esecuzione (UE) 2017/1841 della Commissione, del 10 ottobre 2017, che modifica la decisione di esecuzione (UE) 2017/247 relativa a misure di protezione contro i focolai di influenza aviaria ad alta patogenicità in alcuni Stati membri [notificata con il numero C(2017) 6886]

In conformità all’articolo 16, paragrafo 4, della direttiva 2005/94/CE, data la situazione epidemiologica relativa all’influenza aviaria ad alta patogenicità uno Stato membro interessato può istituire ulteriori zone di restrizione intorno alle zone di protezione e sorveglianza o nelle loro adiacenze. 

Relativamente al trasporto dei pulcini di un giorno la decisione di esecuzione (UE) 2017/247 della Commissione è stata modificata dalla decisione di esecuzione (UE) 2017/696 della Commissione, tenendo conto del basso rischio che tale prodotto presenta per la diffusione dell’influenza aviaria ad alta patogenicità. Condizioni analoghe dovrebbero applicarsi anche alla spedizione dallo Stato membro interessato in altri Stati membri di pulcini di un giorno dalle ulteriori zone di restrizione elencate nell’allegato della decisione di esecuzione (UE) 2017/247.

Inoltre agli Stati membri interessati dovrebbe essere altresì consentito di autorizzare la spedizione di uova da cova dalle ulteriori zone di restrizione poiché è improbabile che esse trasmettano l’influenza aviaria ad alta patogenicità ad altro pollame, soprattutto perché la loro superficie deve essere disinfettata prima della spedizione in altri Stati membri e gli incubatoi di origine e di destinazione devono rispettare le norme di igiene prescritte dall’allegato II della direttiva 2009/158/CE del Consiglio.

Inoltre dato il crescente rischio di comparsa stagionale della malattia all’interno dell’Unione, le misure da applicarsi nelle zone elencate nell’allegato di tale decisione di esecuzione potrebbero protrarsi dopo tale data in caso di comparsa di ulteriori focolai nell’Unione.

Pertanto l’Articolo 1 della Decisione in esame definisce una serie di modifiche alla Decisione di esecuzione (UE) 2017/247 relative alle zone di restrizione, le modalità di spedizione di pollame vivo, pulcini di un giorno e uova da cova dagli Stati membri interessati. Inoltre la data di applicazione della Decisione viene prorogata al 31 maggio 2018.