L’acido formico approvato come additivo per mangimi per combattere la Salmonella

L’acido formico è stato approvato come additivo per mangimi ed è stato inserito nel Registro comunitario degli additivi per mangimi, classificato come un “miglioratore delle condizioni igieniche“. Ciò significa che per i prossimi 10 anni potrà essere aggiunto a qualsiasi materia prima o mangime come agente decontaminante batterico, anche contro, ma non solo, la Salmonella, al fine di migliorare l’igiene dei mangimi stessi. Per il momento l’acido formico è l’unico prodotto approvato con questa funzione.

Questo nuovo gruppo funzionale riconosce l’efficacia antibatterica dell’acido formico nei substrati asciutti, come i mangimi composti o qualsiasi altra materia prima secca che entra nella formulazione dei mangimi. Il dosaggio massimo consentito è di 10 kg per t di substrato.

Come parte del Consorzio che ha chiesto questa nuova classificazione, il produttore svedese di acido formico Perstorp ha dichiarato di essere molto soddisfatto del risultato. “L’igiene dei mangimi e la loro decontaminazione sono attività fondamentali per Perstorp” ha affermato Christophe Michaut, responsabile dello sviluppo del business dell’igiene dei mangimi “Forniamo soluzioni dedicate all’igiene dei mangimi e al controllo del carico batterico. Tuttavia, sono solo una parte della risposta. È necessario un piano di controllo per misurare la carica batterica prima e dopo le azioni di decontaminazione del mangime. L’obiettivo è ridurre i carichi di enterobatteri negli ingredienti di mangime o mangimi con 2-4 cicli log“.

Fonte Poultry News