L’acaro rosso è la sfida della prossima primavera

Spesso i produttori avicoli si trovano a dover affrontare un’infestazione di acari rossi. Il problema sarà di particolare attualità nelle prossime settimane quando aumenteranno le temperature e gli animali allevati fuori gabbia dovranno restare al coperto per evitare di essere contagiati dall’influenza aviaria.

La preoccupazione legata ai casi di influenza aviaria in Europa è comune a tutti in questo momento, ma in realtà la misura che costringe gli uccelli allevati all’esterno di rimanere al coperto, causerà un aumento esponenziale delle popolazioni di acari rossi” ha spiegato Alison Colville-Hyde, responsabile del St David’s Poultry Team “L’acaro rosso può essere debilitante per le ovaiole, oltre a causare notevole perdite economiche legate alla minore produzione di uova e all’aumento del rischio di trasmissione di malattie”.

La combinazione tra l’alloggiamento forzato delle ovaiole a causa dell’influenza aviaria, e lo stagionale aumento delle temperature favorisce il ciclo di vita dell’acaro rosso, ha detto Colville-Hyde.  Gli acari rossi si attaccano agli uccelli di notte, e succhiano il loro sangue. Una volta alimentati gli acari si nascondono nuovamente in posti remoti dell’accasamento e non è possibile individuarli fino a quando l’infestazione è fuori controllo.

Fonte Poultry News