La tutela della salute pubblica dai virus di origine alimentare

L’EFSA ha pubblicato una relazione scientifica sugli esiti di un seminario scientifico sui virus di origine alimentare, organizzato a Londra congiuntamente dall’EFSA e dalla Food Standards Authority del Regno Unito. Il seminario è stato organizzato a seguito di una proposta rivolta al foro consultivo dell’EFSA dal Regno Unito nel 2015.

I partecipanti si sono confrontati per valutare lo stato delle conoscenze in questo campo, concentrandosi in particolare su norovirus, virus dell’epatite A e virus dell’epatite E, che costituiscono motivo di grande preoccupazione per la salute pubblica in Europa.

Sono state individuate lacune nelle conoscenze ed esigenze di ricerca, che vengono riassunte nella relazione, curata nello specifico dal Centre for Environment, Fisheries and Aquaculture Science (Cefas) del Regno Unito, che elenca cinque priorità future per la ricerca. Le conclusioni hanno evidenziato che le priorità sono: sviluppo e convalida di metodi per la valutazione dell’infettività del virus dell’epatite E; definizione del rapporto fra la rilevazione di norovirus negli alimenti e i rischi per la salute pubblica; sviluppo di metodi di valutazione dell’infettività di norovirus e virus dell’epatite A nei campioni alimentari; standardizzazione dei metodi di rilevazione del virus dell’epatite E nelle carni e nei derivati; determinazione dell’incidenza dell’epatite E nella popolazione umana in Europa.

Fonte Anmvi Oggi