La sensibilità degli occhi degli avicoli

Per tutti gli animali, e quindi anche per gli uccelli, l’occhio è un organo vitale. Le strutture e le funzioni dell’occhio sono complesse e ampie, così come il processo che permette agli occhi di trasformare la luce in codici chimici, che vengono decodificati dal cervello.

Gli organismi viventi percepiscono gli oggetti nello spazio e nel tempo al fine di relazionarsi adeguatamente con i loro ambienti visivi. Gli uccelli raccolgono informazioni visive attraverso il comportamento di scansione che permette loro di prendere decisioni rilevanti per la sopravvivenza, come l’individuazione di predatori e di cibo.

Il sistema visivo degli avicoli ha un alto grado di eterogeneità: alcune parti dell’occhio forniscono livelli di risoluzione visiva e di rilevamento del movimento molto più elevati rispetto ad altri.

Alcune capacità sensoriali degli uccelli, tra cui la vista e la sensibilità dell’occhio, sono diminuite a causa del loro processo di addomesticamento.  Soprattutto nelle specie d’allevamento, la sensibilità è influenzata dall’alternarsi tra luce e buio (situazioni che negli allevamenti sono diverse rispetto alla situazione naturale). Inoltre l’intensità della luce è un importante fattore che influenza il comportamento e la salute dei polli da carne.

Una illuminazione continua può aumentare la temperatura dell’ambiente, migliorando di conseguenza la generazione di specie reattive dell’ossigeno grazie al miglioramento delle reazioni biochimiche nel corpo.

Finora i ruoli fisiologici degli occhi degli avicoli sono stati sotto-utilizzati per definire una gestione del pollame finalizzata al miglioramento della loro efficienza. Da questo punto di vista diventano importanti i meccanismi di regolazione della funzione degli occhi, la risposta alla foto-stimolazione, e l’utilizzo dei fotoperiodi per aumentare la produzione.  Gli occhi degli avicoli rispondono alla stimolazione luminosa e ai fotoperiodi, e queste risposte possono essere utilizzate non solo per la produzione commerciale, ma anche oer migliorare il benessere degli animali.

Fonte Poultry World