La riduzione tariffe per oscillazione a seguito di interventi migliorativi su salute e sicurezza

Sul sito dell’Inail è appena stato pubblicato il modello OT 24 valido per il prossimo anno ai fini dell’applicazione della riduzione delle tariffe per oscillazione, a seguito di interventi migliorativi in materia di salute e sicurezza sul lavoro realizzati dai datori di lavoro nel corso del 2018. Il modello va presentato entro il 28 febbraio 2019.

Il nuovo modello ricalca sostanzialmente quello già in uso l’anno scorso, salvo parziali aggiustamenti che non alterano il suo impianto.

Tra le modifiche si evideniano quelle relative alle voci A10/B11 attuazione di interventi per contrastare le molestie e la violenza nei luoghi di lavoro che attribuisce comunque validamente punteggio (40 punti) anche in assenza di uno specifico accordo a livello nazionale, purché quanto realizzato sia portato avanti nel solco dell’accordo quadro europeo sottoscritto su questa materia il 26 aprile 2007.

Questa voce fa riferimento ad invertenti per l’attuazione di: progetti formativi o informativi di sensibilizzazione dei lavoratori sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro; gestione di ogni atto o comportamento che si configuri come molestia o violenza nei luoghi di lavoro;
assistenza, psicologica e legale a coloro che siano stati vittime di molestie o violenza nei luoghi di lavoro.

In generale l’oscillazione del tasso medio di prevenzione si traduce in una riduzione delle tariffe INAIL per quei datori di lavoro con almeno 2 anni di attività che abbiano innalzato il livello di sicurezza nei luoghi di lavoro oltre i limiti minimi stabiliti dalla legge attraverso appunto interventi migliorativi realizzati nell’anno solare precedente a quello di presentazione della domanda.

Fonte Confcooperative