La percezione del pubblico sulla resistenza agli antimicrobici

Pensate che si faccia abbastanza per controllare o prevenire l’abuso di antibiotici negli animali da allevamento? Gli antibiotici sono efficaci sui virus? Sono queste alcune delle domande che l’EFSA ha rivolto ad allevatori, veterinari e consumatori durante un’indagine volta a misurare la consapevolezza della resistenza agli antimicrobici (AMR) in tutta l’UE.

L’indagine ha raccolto dati da circa 3.000 consumatori di 12 Paesi (Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Regno Unito, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Slovacchia, Spagna, Estonia e Romania) e da allevatori e veterinari di cinque Paesi (Danimarca, Polonia, Spagna, Romania e Regno Unito).

Shira Tabachnikoff, responsabile del progetto ha spiegato che è  “la prima volta che un sondaggio sulla consapevolezza del problema dell’AMR viene effettuato tra allevatori e veterinari. Il sondaggio si è svolto su scala ridotta, ma i risultati offrono comunque spunti preziosi per le strategie di comunicazione degli Stati membri“.

In particolare il 57% dei consumatori intervistati non sente di aver acquisito informazioni sulla resistenza agli antibiotici negli ultimi mesi. Inoltre, il 71% pensa che non si faccia abbastanza per controllare o prevenire l’abuso di antibiotici negli animali d’allevamento. L’indagine ha comunque messo in luce che i consumatori non sono informati del problema della resistenza gli antimicrobici, mentre veterinari e allevatori hanno una percezione di un calo nell’efficacia degli antibiotici in suini e pollame.

Fonti Efsa e Epicentro

infografica