La Festa del Bio: 5 tappe in tutta Italia

Sabato 12 maggio è partita da Milano “La Festa del Bio” il tour di FederBio che toccherà 5 delle più importanti città d’Italia!

Già dalla sua prima tappa l’evento si è confermato uno spazio aperto di confronto, ricerca, comunicazione e arricchimento reciproco, in grado di coinvolgere gli avventori con un nutrito programma di attività informative e ludiche. La festa si è aperta con il talk dal titolo “Il valore del benessere animale in agricoltura biologica” insieme a Davide Bochicchio, medico veterinario–GdL FederBio. Sujen Santini, medico veterinario–vice direttore tecnico della Coop COMAZOO, Leandro Giusti, responsabile allevamenti Fileni e Gianluca Ferrari, Vice Presidente Gruppo Granarolo.

Opinione comune a tutti i relatori presenti la necessità di affermare il principio guida dell’allevamento biologico codificato da FederBio, per assicurare il benessere animale nel rispetto della sua libertà, riconosciuta in cinque punti: libertà dalla fame e dalla sete, dai disagi ambientali, dal dolore e dalle malattie, dallo stress e dalla paura e di poter manifestare il proprio repertorio comportamentale, anche in ambito sociale. La vita degli animali allevati con il metodo biologico, infatti, dovrebbe avvicinarsi il più̀ possibile ai loro cicli naturali e le tecniche di gestione dell’allevamento devono soddisfare le esigenze fisiologiche ed etologiche delle diverse specie. In agricoltura biologica non sono autorizzati allevamenti di tipo industriale con animali sempre chiusi in stalle, né sono ammesse gabbie o batterie; è vietato tenerli legati o in condizioni di isolamento e la riproduzione non deve essere indotta da trattamenti artificiali (ormoni o sostanze affini).

Nel corso della giornata si è inoltre svolta la finale del contest “Buono! E’ BIO”, riservato agli chef del futuro e organizzato da FederBio coinvolgendo gli Istituti Alberghieri delle città in cui la Festa farà tappa, con l’obiettivo di incontrare i giovani chef e insegnare loro il rispetto della biodiversità e dell’importanza di introdurre sempre più prodotti biologici certificati nei loro menù.

L’appuntamento milanese della Festa del Bio è stato anche occasione per fare il punto sull’andamento del comparto biologico che, come dichiara Paolo Carnemolla, presidente di FederBio “è in piena salute e questi dati positivi ne sono la miglior conferma: la produzione biologica nazionale, rigorosamente controllata lungo l’intera filiera, sta crescendo costantemente e ci ha fatto assumere un ruolo sempre più importante nell’ambito dell’economia agricola italiana. Non dobbiamo certo sederci sugli allori, ma continuare nel nostro percorso di sviluppo al fianco di consumatori e amici del biologico, che numerosi hanno vivacizzato anche l’odierna festa di Milano”.

Le prossime tappe previste sono: Torino il 26 maggio,  Roma il 9 giugno, Verona il 23 giugno e Bologna l’8 settembre.

Fonte Federbio