La FAO e le autorità moldave contro la peste suina africana

Veterinari, dipendenti dalle agenzie di regolazione e responsabili delle associazioni agricole della Moldiavia hanno partecipato a un workshop di due giorni per il controllo e la prevenzione della peste suina africana; il workshop è stato organizzato dalla FAO in collaborazione con l’Agenzia per la sicurezza alimentare del paese.

Durante il workshop, i partecipanti hanno ricevuto aggiornamenti sulle misure di prevenzione e controllo previste dalle autorità moldave, e hanno imparato nuovi metodi e strategie illustrati dagli esperti internazionali della FAO. Il workshop segna l’inizio di un progetto FAO a favore della Moldavia sulle malattie animali transfrontaliere.

Quando si parla di prevenzione e controllo dell’ASF uno dei fattori più importanti è la capacità di prendere decisioni operative informate“, ha detto la rappresentante FAO in Moldavia Tudor RobuEcco perché la FAO sta proponendo un nuovo approccio con uno strumento di supporto alle decisioni. Questo meccanismo è stato implementato con successo in altri paesi della regione, e si dimostrerà utile anche in Moldavia“.

E’ inoltre prevista una revisione della normativa attuale sulla malattia, al fine di sviluppare un piano strategico di preparazione, piani di contingentazione, e l’organizzazione di una serie di simulazioni in materia di sorveglianza, prevenzione e controllo.

Vsevolod Stamati, vice capo dell’Agenzia per la sicurezza alimentare ha sottolineato l’importanza della cooperazione internazionale in caso di malattie transfrontaliere. “Comprendiamo perfettamente l’importanza della cooperazione regionale e lo scambio di buone pratiche, necessarie a massimizzare lo sforzo comune per limitare l’ASF, e apprezziamo molto il sostegno che la FAO ci sta garantendo in questo frangente“.

Fonte The Poultry Site