La difficoltà delle aziende agricole familiari del Regno Unito

Secondo una ricerca realizzata dall’Andersons Centre per conto di The Prince’s Countryside Fund oltre un’azienda familiare su 5 non sta ottenendo un profitto dalla propria attività agricola.

L’analisi è stata fatta sui dati provenienti da 172 partecipanti del Programma di Resilienza di The Prince’s Farm. I risultati mostrano che un’azienda agricola media ha subito perdite per oltre 20.000 ed ha dovuto ricorrere ad altre fonti di reddito.

Lord Curry di Kirkharle, presidente del Countryside Fund, ha dichiarato: “Anche se la cifra iniziale è sorprendente, la ricerca fatta dimostra che gli agricoltori stanno sempre più andando oltre le proprie attività agricole e cercano in modo proattivo come possono generare redditi e profitti da fonti diversificate”.

Le attività complementari di natura non agricola sono in particolare imprese turistiche, fonti rinnovabili, vendita diretta dei prodotti, reddito da lavoro al di fuori dell’azienda familiare, pagamenti agricoli.

Si tratta di un momento cruciale. Per sopravvivere gli agricoltori devono sviluppare le proprie capacità e migliorare la loro fiducia nelle imprese. Se non lo fanno, il rischio di estinzione per l’azienda familiare è reale; gli agricoltori devono agire ora, per rafforzare la propria attività agricola e diminuire il rischio. In questo senso il Programma di Resilienza è vitale, perché fornisce agli agricoltori gli strumenti necessari per rimanere finanziariamente stabili. Il mantenimento della diversità delle dimensioni aziendali è essenziale per proteggere la campagna britannica e le nostre comunità rurali“.

L’Andersons Centre ha sviluppato uno strumento di verifica aziendale, che consente agli agricoltori aderenti al Programma di confrontare le loro prestazioni, individuare i loro punti di forza o le loro debolezze, e adottare decisioni di business informate. I dati di questo strumento sono stati analizzati per individuare le tendenze e le prestazioni delle aziende agricole coinvolte nell’iniziativa.

Ogni anno il Programma Resilienza mira a aiutare 300 aziende agricole a carattere familiare. Riunisce in un unico network le aziende agricole a conduzione familiare, per esaminare la loro attività e individuare i miglioramenti e le opportunità presenti per favorire la resilienza, aiutando efficacemente gli agricoltori a prendere il controllo delle loro attività. Gli agricoltori che hanno partecipato al primo anno hanno confermato di aver raggiunto livelli più elevati di fiducia nei confronti del loro business, una migliore gestione aziendale e una maggiore comunicazione all’interno della loro famiglia.

Fonte Poultry News