La Cina lancia un programma di vaccinazione contro H7N9

La Cina ha annunciato che da luglio vaccinerà tutte le specie avicole presenti in 2 province della parte meridionale del paese contro il virus dell’influenza aviaria H7N9,  Anche aziende di altre province cinesi potranno optare per la vaccinazione, ma dovranno essere autorizzate dalle autorità veterinarie locali.

La decisione è stata presa dopo il gran numero di persone che in Cina hanno perso la vita a causa del virus: si tratta di circa 270 persone dallo scorso ottobre. Li Jinghui, direttore generale della China Poultry Association, ha accolto con favore la notizia: “si tratta sicuramente di una buona misura di controllo“ ha dichiarato alla Reuters.

Pochi giorni fa alcuni scienziati avevano scoperto che con sole 3 ulteriori mutazioni genetiche il virus H7N9 potrebbe diffondersi da uomo a uomo.  I ricercatori, guidati da James Paulson dello Scripps Research Institute, hanno tuttavia specificato che il risultato, pubblicato sulla rivista Public Library of Science Pathogens, han dimostrato che la trasmissione da uomo a uomo è possibile, ma non facile. Queste mutazioni identificate non sono mai avvenute, forse perché è facile che un virus faccia una singola mutazione ma già 2 è più difficile. Quindi 3 è ancora più improbabile“.

Le norme di sicurezza inoltre vietano l’introduzione di tali mutazioni sui virus H7N9, limitando la capacità degli scienziati di verificare gli effetti sugli animali.

Fonte WattAgNet