La BRF vuole acquistare mais Ogm dagli USA

BRF, colosso brasiliano per la produzione di carne di pollo e maiale, sta prendendo in considerazione l’acquisto di mais geneticamente modificato dagli Stati Uniti, dato che la carenza di materie prime sono un ostacolo per i produttori di proteine animali brasiliani.

Secondo il St. Louis Post-Dispatch la Commissione biosicurezza del Brasile, CTNBio, ha spianato la strada permettendo ad alcune varietà di mais geneticamente modificato proveniente dagli Stati Uniti di essere spedite in Brasile.

Il Chief Financial Officer di BRF Alexandre Borges ha detto che la società sta valutando questo tipo di acquisto, ma in combinazione con una fornitura di mais domestico: per l’azienda potrebbe essere questa la soluzione ottimale per alimentare il proprio bestiame.

Sebbene in Brasile nelle ultime settimane le stime per i costi di produzione per pollame e suini siano diminuite, quelle relative all’alimentazione restano, per entrambe le specie, ben oltre il 20% al di sopra dei livelli dell’anno precedente.

Fonte WattAgNet