Ispezioni reciproche negli impianti avicoli di Russia e Singapore

Per migliorare la sicurezza alimentare relativa al commercio dei prodotti a base di carne, i funzionari di Russia e Singapore hanno raggiunto un accordo sull’ispezione degli impianti di lavorazione della carne di pollame e di maiale.

In un comunicato del Servizio federale russo per la sorveglianza veterinaria e fitosanitaria, Rosselkhoznadzor, si legge che di recente i rappresentanti delle agenzie hanno tenuto una riunione con l’Autorità agroalimentare e veterinaria di Singapore, nel corso della quale Nickolay Vlasov, vice capo del Rosselkhoznadzor, ha informato la delegazione di Singapore circa le misure adottate in Russia per il controllo delle malattie altamente pericolose. A loro volta i funzionari di Singapore hanno fornito informazioni sul loro sistema di controlli veterinari, sul sistema di certificazione e sui controlli di laboratorio. Concludendo la riunione, le delegazioni dei due paesi hanno concordato che nella primavera del 2017, gli esperti di Singapore ispezioneranno gli impianti di lavorazione della carne di pollame e di suino della Russia, mentre gli esperti russi ispezioneranno quelli di Singapore. 

I due paesi hanno anche convenuto di verificare la possibilità di istituire un sistema di certificazione elettronica dei prodotti di origine animale importati ed esportati tra i due paesi.

A causa del persistere del bando delle importazioni provenienti da Stati Uniti, Canada, Australia ed Unione europea, la Russia continua a lavorare con produttori zootecnici dell’Asia. Secondo le ultime indiscrezioni il bando, istituito nel 2014, e prolungato nel 2015 e nel 2016, dovrebbe restare in vigore fino alla fine del 2017.

Fonte WattAgNet