Interrogazione sulle condizioni di trasporto degli animali

Lo scorso dicembre gli europarlamentari Ulrike Müller e Jan Huitema hanno presentato alla Commissione un’interrogazione con richiesta di risposta scritta relativa alle normative sulle condizioni del trasporto e il benessere degli animali in particolare al di fuori dei confini comunitari e nei paesi extra-Ue.

Gli europarlamentari ricordano che le leggi dell’UE sul trasporto e benessere degli animali vengono applicate anche quando gli animali arrivano a destinazione in un Paese non-UE. In questo caso come fa la Commissione ad assicurare che gli standard comunitari. relativi per esempio alle pause, gli abbeveratoi e la macellazione, vengano rispettati anche fuori dalla Ue?
Inoltre richiedono se la Commissione abbia mai pensato di ridurre l’esportazione di animali vivi da macello e, al contrario, esportare le carni congelate di animali che sono già stati macellati. Infine chiedono nello specifico di sapere quante volte sono stati trasportati animali vivi dall’UE a Paesi terzi come Turchia e Nord America negli ultimi anni, per esempio tra il 1995 e il 2017.

Per quanto riguarda questa ultima domanda la Commissione fa sapere che è impossibile fornire una risposta adeguata, perché le esportazioni annue registrate riguardano solamente il commercio all’interno degli Stati membri dell’UE, quindi non rientrano quelli presi in esame.

Inoltre la Commissione ricorda che, come stabilito dalla norma C-424/13, gli animali che viaggiano verso Paesi non europei sono sottoposti al trattamento previsto dalle leggi non europee. Tuttavia, grazie al Case C-383/16, è previsto che gli stessi paesi extra Ue mantengano una copia del registro di viaggio. La Commissione inoltra precisa che, grazie ai supporti finanziari previsti per gli anni 2016-2019, si cercherà di migliorare le attività inerenti la protezione degli animali sia durante il trasporto che durante la macellazione.

Infine la Commissione ricorda che il commercio di animali vivi è “una parte integrale dell’agricoltura moderna”, ma che verranno comunque considerati miglioramenti continui per assicurare il benessere degli animali durante il viaggio.

Fonte EfaNews.Eu