Insieme per la sicurezza alimentare nei mercati globalizzati

Lo scorso 28 novembre la dottoressa Annica Sohlström, direttore generale dell’Autorità alimentare svedese Livsmedelsverket“, e il dottor Andreas Hensel, presidente dell’Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi (BfR), hanno concluso un accordo di cooperazione nel campo della sicurezza alimentare, il cui obiettivo principale è lo sviluppo e l’ulteriore evoluzione di metodi di analisi degli alimenti, in particolare screening e metodi standard, per la rilevazione di contaminanti. “In un mondo in cui il commercio è sempre più globalizzato, abbiamo bisogno di metodi di routine facili da utilizzare e da comprendere” ha spiegato il professor Hensel.

BfR e Livsmedelsverket collaboreranno anche allo sviluppo di strategie per ridurre al minimo la resistenza antimicrobica negli animali e supportare la comunicazione del rischio attraverso strumenti grafici di informazione.

Gli esperti svedesi hanno mostrato grande interesse per i profili di rischio preparati e utilizzati dal BfR nel corso di pareri complessi: il loro obiettivo è illustrare in modo comprensibile anche a chi non è esperto, e con una sola occhiata, i rischi per la salute legati ad alimenti o articoli di consumo.

Dal suo canto la Livsmedelsverket ha sviluppato il cosiddetto Termometro del Rischio uno strumento che consente al valutatore del rischio di individuare e classificare i rischi delle sostanze contenute negli alimenti in modo comparativo, e di elencarli in base alla loro rilevanza per il consumatore. Nell’ambito della cooperazione, il BfR esaminerà se e come il Termometro rappresenta uno strumento adatto a contribuire a una presentazione più precisa e valida dei rischi.

Nel corso di conferenze specializzate, in cui saranno coinvolti gli scienziati di entrambe le istituzioni, saranno individuate altre aree tematiche che saranno trattate congiuntamente in futuro.

Fonte BfR