In tutto il mondo nuovi focolai di influenza aviaria

Diversi focolai di influenza aviaria altamente patogena stanno interessando diversi paesi europei, ma anche asiatici e africani: in particolare sono stati colpiti Paesi Bassi, India, Sudafrica, Arabia Saudita e, recentemente, Italia.

I funzionari olandesi hanno riferito all’OIE che un’epidemia del ceppo H5N6 è stata segnalata nei pressi della città di Oldekerk. Il virus ha ucciso 230 dei 28.000 avicoli presenti nell’allevamento: per evitare la diffusione del virus tutti i capi suscettibili di infezione sono stati abbattuti. In un secondo rapporto che lo stesso ceppo è ritenuto responsabile della morte di un’anitra selvatica rinvenuta nell’Olanda del nord.

Il Sudafrica, già duramente colpito dall’influenza aviaria, ha riportato un’altra epidemia di aviaria, ceppo H5N8, nel pollame del cortile. Ulteriori casi sono stati individuati negli uccelli marini presenti nella provincia del Western Cape.

In Arabia Saudita, i funzionari hanno segnalato altri 7 casi di influenza aviaria in alcune fattorie della provincia di Riyadh: il ceppo H5N8 ha provocato la morte di 38.000 capi, mentre i 450.000 presenti nello stesso impianto sono stati abbattuti.

In India, le autorità hanno rilevato il ceppo H5N1 in alcuni corvi della città di Pardeep nello stato di Orissa, nella parte orientale del paese.

Fonte Poultry World