In Spagna un’ondata di calore uccide mezzo milione di polli

Secondo il sindacato Union Agrarian (UUAA), in Galizia (nord-ovest del paese) l’ondata di calore che ha colpito la Spagna negli ultimi giorni ha causato la morte di mezzo milione di polli. Si tratta di circa il 5% dei polli allevati nelle zona.

Da parte sua, l’organizzazione animale Libera reclama un’inchiesta sull’incidente e ricorda che le attuali normative stabiliscono che le aziende agricole hanno l’obbligo di controllare la temperatura delle loro strutture. Ma da quanto riportato da CDN, la redditività di molte aziende agricole ha registrato perdite dovute al costo energetico dei meccanismi di raffreddamento necessari per mantenere una temperatura sicura.

Eventi simili sono accaduti anche in Nord Africa dove gli effetti del caldo estremo hanno colpito numerose aziende avicole che hanno subito perdite maggiori rispetto a quelle registrate in Spagna. In particolare in Marocco, il 20% delle ovaiole e dei polli è morto a causa delle alte temperature. L’ondata di caldo è stata particolarmente forte nelle aree interne, tra Casablanca e Marrakech, un’area in cui si concentra gran parte degli allevamenti avicoli del paese magrebino.

Fonte El Sito Avicola