In estate meno uova? La betaina può aiutare

L’estate è ormai iniziata e negli allevamenti di ovaiole le alte temperature possono causare problemi di stress e quindi una riduzione della produzione di uova. Lo stress da calore infatti ha un effetto sulle cellule epiteliali dell’intestino, che portano ad una difesa ridotta nei confronti di batteri e agenti patogeni esterni. Ciò a sua volta può portare a una riduzione delle prestazioni in termini di deposizione e qualità delle uova.

Tuttavia per ridurre gli effetti negativi dello stress da calore alcune strategie nutrizionali si sono rivelate utili. Una di queste è l’uso la betaina. La betaina, il tri-metil derivato dell’aminoacido glicina, è un composto naturale ampiamente presente in molti tessuti vegetali e animali. I vantaggi legati all’uso della betaina nella dieta si riscontrano in particolare sulla funzione di barriera intestinale.

Alcuni ricercatori coreani hanno avviato un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Livestock Science, mirato ad esaminare l’aggiunta di betaina nella dieta di galline ovaiole allevate in condizioni ambientali calde, per verificare se era possibile migliorare realmente la produzione di uova.

Per scoprirlo, 216 galline ovaiole di 32 settimane di età sono state assegnate a uno di 3 trattamenti dietetici, con 6 repliche (12 galline per replica). È stata preparata una dieta basale di tipo commerciale e le sue varianti prevedevano 3,0 o 6,0 g di betanina per kg di mangime. Le diete sono state somministrate per 6 settimane. Le osservazioni sono state effettuate durante la stagione calda (da fine luglio a metà settembre); la temperatura media giornaliera era di 25,8 ± 2,0 gradi centigradi, mentre l’umidità media giornaliera del 74,8 ± 7,3%.

I risultati hanno indicato che per ogni gallina la produzione di uova aumentava con l’aumentare delle quantità di betaina presente nelle diete. Maggiore era la percentuale di inclusione della betaina, minore il numero di uova rotte e senza guscio. La qualità dell’uovo invece non è stata influenzata dai trattamenti dietetici, ad eccezione di un aumento della resistenza delle uova.

I ricercatori concludono che, in caso di condizioni ambientali calde, l’integrazione di betaina migliora la deposizione. Questi effetti benefici possono essere associati alla modificazione selettiva delle espressioni genetiche legate alla giunzione stretta nella mucosa digiunale delle galline ovaiole. I risultati non erano tuttavia coerenti con precedenti studi condotti con la betaina nelle galline ovaiole.

Fonte All About Feed