In crescita il mercato degli enzimi per mangimi

Secondo quanto emerge da un rapporto di MarketsandMarkets dal 2017 il mercato degli enzimi per mangimi crescerà ad un tasso di crescita annuale composto (CAGR) del 9,3%, e raggiungerà i 1.428,6 milioni entro il 2022. In particolare il mercato degli enzima proteolitico sarà quello con il più alto tasso di crescita durante il periodo considerato.

La proteasi aiuta gli allevatori a risparmiare sui costi dei mangimi dato che può contribuire in modo significativo agli sforzi volti a ridurre le emissioni di azoto durante la produzione zootecnica. Per questo motivo la proteasi è un tipo emergente di enzimi del mangime, e negli ultimi anni ha guadagnato sempre più popolarità.

Nel 2016, il settore avicolo ha assorbito la quota maggiore del mercato internazionale degli enzimi per mangimi. Questi forniscono agli animali le proteine, aumentando così la loro performance. Allo stesso tempo rafforzano il loro sistema immunitario.  Gli enzimi estratti da microrganismi sono di grande importanza nella produzione di mangimi per animali. Attualmente, le ultime tecniche molecolari hanno permesso di scoprire i cosiddetti enzimi microbici, utilizzati nell’industria mangimistica per migliorare la qualità dei prodotti.

Si prevede che tra il 2017 e il 2022 l’area che registrerà la maggiore crescita di domanda di enzimi alimentari sarà quella Asia-Pacifico. Il più grande produttore della regione, la Cina, è la fonte della principale domanda di questo genere di prodotti, ma una crescita sostanziale si registrerà anche in India e Giappone.  La carne di maiale e quella di pollame sono ampiamente consumate nella regione Asia-Pacifico. Si stima che in India e Cina la domanda di carne bianca continuerà a crescere a causa dell’aumento della popolazione, del potere d’acquisto e a causa dei cambiamenti nelle preferenze alimentari della popolazione. Questo crescita ovviamente innescherà una maggiore produzione e quindi un maggior assorbimento di enzimi per mangimi.

Fonte All About Feed