In aumento la produzione turca di pollame

Secondo i dati rilasciati di recente dall’Istituto statistico turco (TurkStat), nel 2017 in Turchia la produzione di pollame è aumentata. In particolare la produzione di carne di pollo è aumentata del 12,9% su base annua, raggiungendo i 2,1 milioni di tonnellate. Inoltre, rispetto al 2016, la produzione di uova nel paese è aumentata del 6,6%.

In aumento anche il numero di polli e tacchini macellati. Si stima in Turchia lo scorso anno siano stati macellati 1,23 miliardi di polli, con un aumento dell’11%, mentre il numero di tacchini macellati è stato di 5,1 milioni, con un incremento del 9,7% rispetto al 2016.

L’aumento era già stato previsto, dato che l’industria avicola della Turchia aveva sperimentato nel 2016 una riduzione produttiva a causa dell’influenza aviaria.

Parlando all’International Poultry Meat Congress svolto ad Antalya, in Turchia, nell’aprile 2017, il presidente dell’Associazione turca di carne e pollame (BESD-BIR) Sait Koca, ha spiegato che le prospettive del settore avicolo erano positive, sia nel breve termine che nel lungo periodo. All’epoca, Koca aveva dichiarato che probabilmente nel 2025, in Turchia, i livelli del consumo pro capite di carne di pollame avrebbero raggiunto le medie internazionali, e quindi il settore avicolo ha ancora un grande potenziale di sviluppo.

Fonte WattAgNet