In Argentina niente produzione senza produttori

La Confederazione rurale dell’Argentina (CRA) ha lanciato un grido di allarme in merito alla “grave situazione” che sta attraversando il settore avicolo locale in particolare a causa degli aumenti dei prezzi di gas ed elettricità.

Oltre al settore lattiero-caseario legato anche il settore avicolo infatti sta attraversando un periodo di crisi dato che, come riportato sempre dalla CRA, molti produttori avicoli integratihanno ricevuto un duro colpo alle loro finanze perché è necessario molto gas ed elettricità per riscaldare i pulcini e i broiler”.

A questo proposito, la Confederazione ha sottolineato che il governo dovrebbegarantire che il lavoro rurale rimanga sostenibile e fonte di approvvigionamento” in un contesto in cui “questi sconvolgimenti hanno portato alla chiusura di molte aziende agricole con problemi con conseguenze sociali profonde. Lottiamo per raggiungere un equilibrio tra le parti coinvolte in un settore specifico e particolare, che genera valore aggiunto alla nostra economia e fornisce un prodotto sano, fresco, nutriente e conveniente per tutti. Pertanto, il prezzo ricevuto dai produttori dovrebbe contemplare questa nuova realtà economica“.

Fonte El Sito Avicola