In Argentina autorizzato l’uso dell’irradiazione delle carni

Il governo argentino ha pubblicato la Risoluzione Comune 13-E /2017 che stabilisce i limiti massimi e gli scopi dell’irradiazione per tre tipi di prodotti: pesce e frutti di mare e i suoi prodotti (freschi e congelati); carni di pollame, bovini, suini, caprini, altri e loro prodotti (freschi e congelati); e cibi animali secchi. Finora questo metodo è stato autorizzato in patate, aglio, cipolle, asparagi, fragole, spezie, condimenti vegetali secchi e / o loro miscele e funghi commestibili.

Il limite massimo di radiazioni ionizzanti di pollame, bovini, suini, caprini, altri e loro prodotti (freschi e congelati) è 7,0 e 3,0 (kGy), valori che consentono rispettivamente il controllo degli microrganismi alteranti e patogeni, e il controllo dei parassiti.

Fonte 3tre3.it