In Afghanistan aumentano gli allevamenti avicoli

Afghandost società afgana di trasformazione e confezionamento, è l’unico fornitore locale in grado di offrire una vasta gamma di soluzioni al settore del pollame del paese e si è sempre battuto per evitare di importare carne di pollame e uova, cercando di realizzare prodotti di qualità a prezzi bassi.

Ahmad Shah Ahmadi, direttore dell’azienda ha spiegato che per oltre 15 anni hanno “importato pollo e uova, ma poi abbiamo deciso di istituire un allevamento di pollame proprio in Afghanistan. Abbiamo iniziato la nostra attività usando norme standard e abbiamo impiegato fino a 300 persone. Grazie ai nostri allevamenti le importazioni di carni di pollo sono diminuite del 70% e stiamo facendo uno sforzo per coprire l’intero paese. Attualmente disponiamo di 100.000 galline, attraverso le quali produciamo giornalmente dalle 80.000 alle 90.000. Stiamo anche cercando di produrre internamente il nostro mangime. Nella nostra azienda esistono tre tipi di macchinari: uno è per l’alimentazione, l’altro per la macellazione e il terzo per rimuovere eventuali odori sgradevoli“.

Fonte The Poultry Site