Il sistema di controllo della produzione di carni avicole destinate alla Ue in Bosnia Herzegovina

La Direzione generale per la salute e la sicurezza alimentare (DG Sante) della Commissione europea, ha pubblicato il rapporto relativo all’ispezione effettuata in Bosnia e Herzegovina lo scorso settembre per valutare il sistema di controllo attuato sulla produzione di carne di pollame e prodotti derivati destinati all’esportazione verso l’Unione europea.

Obiettivo primario dell’ispezione era valutare se il sistema di controllo ufficiale, e le procedure di certificazione necessarie a valutare il sistema in atto, fornissero garanzie che la produzione di questi bene fossero in linea con i requisiti comunitari e, in particolare, fossero in grado di supportare le attestazioni contenute nei principali certificati sanitari necessari per l’esportazione. L’ispezione inoltre intendeva valutare l’attuazione delle azioni intraprese dalle autorità competenti in risposta alle raccomandazioni formulate in una precedente relazione pubblicata nel 2012 sullo stesso argomento.

Il gruppo ispettivo conclude che in Bosnia Herzegovina esiste un sistema di controllo ufficiale completo e documentato, che disciplina la produzione di carne di pollame e i prodotti derivati, e che include controlli regolari negli stabilimenti. Il sistema è supportato da una rete di laboratori ufficiali accreditati in grado di fornire risultati di test affidabili. In generale il gruppo, rispetto al precedente audit del 2012, ha rilevato un miglioramento significativo nel sistema di controllo ufficiale, compreso l’accreditamento dei laboratori ufficiali e le condizioni degli stabilimenti visitati. Le procedure messe in atto dall’autorità centrale competente possono garantire all’UE che gli stabilimenti elencati rispettano i requisiti richiesti.

Il piano d’azione previsto per affrontare le raccomandazioni dell’audit del 2012 sullo stesso argomento, diverse da quelle relative all’ispezione post mortem, è stato attuato dall’autorità centrale competente in modo soddisfacente.  Il sistema di controllo ufficiale può fornire garanzie sufficienti che la carne di pollame e i relativi prodotti derivati siano stati prodotti conformemente ai requisiti UE solo dopo che le carenze individuate nelle procedure ispettive post mortem siano state corrette, e siano quindi in grado di rispondere adeguatamente ai requisiti richiesti nei certificati di esportazione sanitaria relativi alla carne di pollame.

Fonte Commissione europea