Il settore proteine e nutrizione animale spinge gli utili di Cargill

Il settore avicolo ha giocato un ruolo chiave nel promuovere le vendite del settore materie prime di Cargill, permettendo un aumento dell’80% annuo dell’utile del secondo trimestre.

L’azienda ha comunicato che nel secondo trimestre 2016 (concluso lo scorso 30 novembre) gli utili sono arrivati a 1,03 miliardi di dollari, rispetto i 574.000.000 dollari dello stesso periodo del 2015.

E’ stato proprio il settore Animal Nutrition & Protein che ha maggiormente contribuito a questo splendido risultato. Negli Stati Uniti, la domanda relativa al Thanksgiving ha spinto le vendite degli uccelli interi. Il commercio delle uova ha inoltre continuato a registrare un notevole volume di vendite in particolare nella ristorazione. Il segmento avicolo mondiale è stato guidato in particolare dai buoni risultati registrati in Asia.

Nel corso del trimestre, Cargill ha anche annunciato una joint-venture con So Good Food, una filiale della società agroalimentare Japfa: l’accordo è relativo al settore indonesiano della trasformazione. Inoltre, Cargill ha aperto una struttura nelle Filippine, in collaborazione con Jollibeed Food. Infine, è iniziata l’espansione dell’impianto avicolo che Cargill ha in Thailandia, che serve i mercati di esportazione in tutto il mondo.

Siamo eccitati dai risultati raggiunti, che sono il risultato del duro lavoro e dell’impegno dei nostri team presenti in tutto il mondo” ha detto David MacLennan, Presidente e Amministratore delegato di Cargill “La nostra maggiore redditività ci conferma che stiamo raggiungendo i miglioramenti strutturali che abbiamo progettato“.

Fonte Poultry News