Il punto sul mercato suinicolo di Ismea

Nella settimana che si è conclusa il 27 novembre, nel comparto dei suinetti da allevamento si è registrata ancora qualche difficoltà di commercializzazione con relativi cali concentrati nei tagli fino a 65 kg.

Alla Borsa di Modena, nell’impossibilità di raggiungere un accordo, i prezzi sono stati decisi dalla Deputazione. La rilevazione della CUN per la prossima settimana mantiene questo trend.

Nel comparto dei suini grassi si registra la prima inversione di tendenza dopo settimane di cali. Ad inizio settimana a Modena l’aumento è stato di 7 millesimi con la quotazione ad 1,57 euro/kg. La rilevazione della CUN per la prossima settimana indica un aumento più deciso di 0,031 euro/kg con la quotazione a 1,59 euro/kg. L’offerta si è ridotta mentre la domanda risulta più attiva in relazione al miglioramento delle vendite con l’approssimarsi delle festività.

Le quotazioni dei tagli con un andamento seppur positivo si mantengono prevalentemente stazionarie. Alla Borsa di Modena si registra un calo per le cosce a causa di una domanda rallentata. La rilevazione della CUN mantiene per la prossima settimana sostanzialmente questo trend con qualche aggiustamento al rialzo per spalle e gole e mantiene in buona vista le cosce nazionali ed invariate le DOP.

Il margine di redditività dei macellatori in questa situazione riporta il segno negativo. Il contesto europeo è più favorevole rispetto alle scorse settimane e la domanda dei macellatori si dovrebbe mantenere attiva consentendo di mantenere ancora il segno positivo ai suini da macello.

Fonte Ismea