Il programma di controllo sui LMR di antiparassitari

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 92 del 10 aprile 2018 è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) 2018/555 della Commissione, del 9 aprile 2018, relativo a un programma coordinato di controllo pluriennale dell’Unione per il 2019, il 2020 e il 2021, destinato a garantire il rispetto dei livelli massimi di residui di antiparassitari e a valutare l’esposizione dei consumatori ai residui di antiparassitari nei e sui prodotti alimentari di origine vegetale e animale.

In base all’articolo 1 gli Stati membri prelevano e analizzano, nel corso degli anni 2019, 2020 e 2021, campioni delle combinazioni di antiparassitari/prodotti figuranti nell’allegato I del Regolamento in questione. Il numero di campioni di ciascun prodotto, compresi gli alimenti destinati ai lattanti e ai bambini e i prodotti dell’agricoltura biologica, è quello stabilito nell’allegato II.

Il lotto da sottoporre a campionamento è scelto a caso, e la procedura di campionamento è conforme a quanto disposto dalla direttiva 2002/63/CE.

Gli Stati membri trasmettono i risultati delle analisi dei campioni esaminati entro il 31 agosto dell’anno successivo al campionamento e i risultati devono essere comunicati conformemente alla Standard Sample Description (SSD). Qualora la definizione del residuo di un antiparassitario comprenda più di un composto (sostanza attiva e/o metabolita o prodotto di degradazione o reazione), gli Stati membri comunicano i risultati delle analisi in base alla definizione completa del residuo.

Il regolamento di esecuzione (UE) 2017/660 è abrogato. Tuttavia, per quanto riguarda i campioni esaminati nel 2018, esso continua ad applicarsi fino al 1 settembre 2019.

Il presente regolamento entra in vigore il 1 gennaio 2019.