Il Piano nazionale di controllo per le Salmonelle in Slovacchia

E’ stata pubblicata la relazione finale di un’ispezione fatta tra novembre e dicembre 2015 in Slovacchia per valutare i Programmi nazionali di controllo per la Salmonella sulle popolazioni avicole (riproduttori, ovaiole, broiler, tacchini).

La relazione conclude che in Slovacchia i programmi nazionali di controllo per la Salmonella coprono tutte le popolazioni avicole rilevanti. Le norme nazionali, in alcuni casi, superano i requisiti dell’UE, e sono in atto procedure documentate dettagliate.
I controlli sono svolti da personale addestrato e sostenuti da un sistema di controllo interno per la corretta attuazione dei programmi, oltre che da una rete di laboratori ben organizzata, in grado di fornire risultati affidabili. Il gruppo di audit ha rilevato l’efficacia dei controlli a livello aziendale sulla biosicurezza.

In generale i programmi per le popolazioni di broiler e tacchini da ingrasso sono attuati conformemente ai requisiti UE. Tuttavia, a livello locale, i programmi non risultano pienamente attuati per quanto riguarda il campionamento. Anche se l’autorità competente è a conoscenza di quanto succede, e sono state messe in atto azioni correttive, il problema rimane irrisolto.

Inoltre, l’autorità competente non è in grado di esaminare e valutare adeguatamente l’avanzamento dei programmi dato che non tutti i dati necessari sono disponibili. Il gruppo di audit ha rilevato alcune discrepanze tra le norme slovacche e i requisiti dell’Unione europea, oltre a carenze relative al protocollo di campionamento per l’allevamento della specie Gallus gallus e gli allevamenti di tacchini da riproduzione, alla politica di campionamento delle ovaiole e alle misure restrittive in materia di uova da tavola che sono imposte solo dopo che è a disposizione la sierotipizzazione.

Fonte Commissione europea