Il petto legnoso non è collegato ad agenti patogeni e non crea problemi di sicurezza alimentare

Secondo un nuovo rapporto dell’American Association of Avian Patology (AAAP), tre anomalie del petto del pollo, le striature bianche (white stripes), il petto legnoso e la miopatia pettorale profonda, non sono associate ad agenti infettivi o patogeni, né rappresentano una minaccia per la sicurezza degli alimenti. Tutte queste situazioni sono rilevate negli incroci dei riproduttori dei pulcini dei broiler fino alle 2 settimane di età, e la loro prevalenza varia in base a una vasta gamma di situazioni: peso alla macellazione, gestione, alimentazione e sistemi di allevamento.

La causa, o le cause, di queste condizioni, che portano ad una scarsa qualità della carne, non sono ancora state identificate. Ma l’ipotesi più accreditata è che questi fenomeni derivino da un insufficiente apporto di sangue ai tessuti, situazione che si può verificare a causa di uno sforzo improvviso, di pressioni eccessive e/o compressione. Oppure possono essere legati a un più basso afflusso di sangue e a un calo nella rimozione del prodotto metabolico (anidride carbonica e acido lattico) delle fibre muscolari.

La preferenza del consumatore per le carni bianche, ha portato ad un aumento costante del peso dei broiler al momento della macellazione. Tuttavia, secondo il rapporto, dal punto di vista dello sviluppo questi uccelli sono considerati giovani. Inoltre, questo è un periodo in cui si presenta un alto tasso di sintesi proteica e di accumulo cellulare, che portano ad una crescita efficiente dell’animale e del suo tessuto muscolare. La crescita muscolare è un processo complesso e altamente regolamentato, che coinvolge naturalmente sia la sintesi proteica che la rapida degradazione della crescita dato che il tessuto muscolare subisce processi di degenerazione e rigenerazione.

Le miopatie, come il petto legnoso, le striature bianche o la miopatia pettorale profonda. emergono in fasi e a livelli diversi, e quando l’entità del danno muscolare è superiore alla capacità dei sistemi di riparazione ad affrontare questo squilibrio.

La ricerca e la selezione genetica stanno cercando di ridurre o prevenire queste condizioni. Nel frattempo, i trasformatori di polli da carne stanno conducendo controlli di qualità completi, rimuovendo anche i petti colpiti per mantenere intatte le specifiche qualitative del prodotto in commercio.

Fonte The Poultry Site