Il gusto della carne di pollo

Grazie alla collaborazione dello Scotland’s Rural College (SRUC), e al suo nuovissimo laboratorio, Aviagen sta approfondendo la questione del sapore della carne di pollo.

Stiamo utilizzando il laboratorio mobile per la carne di SRUC per effettuare, presso il nostro quartier generale, valutazioni sul gusto della carne di pollo” ha affermato Santiago Avendano, direttore generale della Genetica di Aviagen “Il laboratorio è fornito di attrezzature all’avanguardia per l’analisi della carne ed è progettato specificamente per la raccolta di dati sul parametri del gusto, un valore per noi inestimabile“.

Il laboratorio può ospitare fino a dodici assaggiatori alla volta, e una serie di dodici test che richiedono circa dieci minuti di tempo. I dati raccolti, siano essi accumulati o dettagliati, potranno aiutare Aviagen ad esplorare in profondità i complessi collegamenti tra il gusto della carne di pollo e i suoi attributi chimici e sensoriali.

Il College, in collaborazione con il Centro per l’innovazione e l’eccellenza zootecnica, usa il laboratorio mobile per collaborare con molti stakeholders del settore agroalimentare, comprese aziende di allevamento e supermercati. “I consumatori stanno esprimendo un interesse sempre maggiore per i prodotti a base di carne che presentano il livello maggiore in termini di qualità e gusto” ha affermato Neil Clelland, genetista della divisione Ricerca veterinaria del SRUC “e il nostro laboratorio offre una grande opportunità per provare a capire meglio le loro preferenze”.

Le opportunità di ricerca offerte di questo laboratorio permetteranno ad Aviagen di completare il ventaglio di analisi su tutti gli aspetti qualitativi della carne, consentendo di sviluppare il lavoro esistente in questa area di importanza vitale. “Le preferenze dei consumatori in termini di qualità e gusto della carne influenzano le nostre decisioni di allevamento” ha concluso Avendano “Si tratta quindi di una grande opportunità per noi, che possiamo impegnarci direttamente con il consumatore e ottenere un feedback inestimabile per il nostro programma di allevamento“.

Fonte Poultry News