Il futuro della salute del pollame: nuove e vecchie sfide

Come riportato dal numero di marzo di Poultry International gli esperti prevedono che in futuro, virus endemici come quelli dell’influenza aviaria e della malattia di Newcastle, oltre all’impatto che avranno le delle nuove tendenze in tema di produzione, saranno i punti focali della salute aviaria.

Le malattie respiratorie e intestinali continueranno a influenzare il settore avicolo; in particolare l’influenza aviaria, che è diventata la prima preoccupazione nel settore avicolo. Sebbene in Asia e in Africa l’industria del pollame sia molto cresciuta, questi paesi non affrontano ancora i problemi legati a questa malattia, come invece succede negli Stati Uniti e in Europa, evitando di mettere in atto azioni per sradicare il virus che continua a diffondersi e a mutare, diventando un problema in tutto il mondo.

Un’altra preoccupazione sanitaria è la malattia di Newcastle (ND) sebbene attualmente esistano modi per controllarla, compresi i vaccini, misure di biosicurezza e controlli dei prodotti e sottoprodotti.

Da un punto di vista “sociale”, il settore avicolo deve affrontare la crescente pressione dei consumatori per una produzione di pollo e uova senza antibiotici. Attualmente sono numerose le catene di ristorazione, gli hotel e i supermercati che hanno dichiarato di voler comprare solo polli e tacchini provenienti da allevamenti che non trattano gli animali con antibiotici.
Ma di fatto gli ionofori, un importante gruppo di coccidiostatici utilizzati per controllare la coccidiosi necrotica, sono antibiotici e questo crea una sfida importante nella produzione antibiotic-free. L’altro problema riguarda le malattie respiratorie che si trasformano in forme più complicate in colibacillosi.

Infine, la conversione del settore della produzione delle uova verso sistemi che non utilizzano gabbie, ha fatto sorgere nuovamente alcuni problemi sanitari che non si presentavano da decenni: l’accesso verso l’esterno, infatti, può causare altri problemi di salute.

Fonte WattAgNet