Identificato il Virus che causa la sindrome da “scuotimento” dei suinetti

I ricercatori dell’Università di Medicina Veterinaria di Vienna hanno scoperto un nuovo virus che causa i tremori congeniti dei suinetti (“shaking piglets”) , una sindrome che provoca pesanti perdite tra i nuovi nati. Questa scoperta aiuterà a identificare diversi problemi e prevedere la vaccinazione per controllare la malattia.

Secondo quanto pubblicato dal gruppo di ricerca, diretto da Benjamin Lamp su Emerging Ingectious Disease, nel gennaio del 2015, un piccolo allevatore austriaco di suini aveva osservato un aumento del numero di suinetti nati con questa sindrome, che non erano in grado di succhiare il latte. Gli autori riferiscono che, nelle nuove cucciolate, la prevalenza della sindrome era tra il 20 e il 100%. Anche se l’epidemia scomparve nel luglio dello stesso anno, la produttività della fattoria era stata fortemente ridotta, con appena 22,4 suinetti svezzati per scrofa rispetto ai 25,8 suinetti dei periodi precedenti, e aveva provocato enormi perdite finanziarie.

Gli esami post mortem effettuati sui suini infetti aveva permesso di rivelare enormi danni al cervello e al midollo spinale, danni tipici della forma A-11 del tremore congenito. I suini più anziani presenti nell’allevamento non mostravano sintomi

Le analisi hanno quindi permesso di identificare, come causa della sindrome, un nuovo pestivirus appartenente alla famiglia Flaviviridae; il nuovo virus è stato provvisoriamente chiamato LINDA acronimo di Lateral shaking Inducing Neuro-Degenerative Agent (Agente neuro-degenerativo che induce lo scuotimento laterale).

Il nuovo test PCR che il nostro team ha sviluppato ha permesso di riconoscere tutti i pestivirus noti“, ha affermato in un comunicato stampa Lamp “e ci ha permesso di individuare un virus che in precedenza era sconosciuto“.

Il team sta ora sviluppando un test sierologico per accertare la prevalenza del virus LINDA in Austria, e valutare la minaccia nei confronti degli allevatori suinicoli del paese.

Avendo stabilito i test per identificare il virus LINDA, i ricercatori sono stati in grado di rilevarlo nella saliva e nello sperma dei suini maturi presenti nell’allevamento, inducendoli a pensare che la malattia può essere trasmessa sessualmente (risultato pubblicato in Veterinary Research)

Il virus LINDA è strettamente correlato ai virus porcini atipici (APPV), scoperti di recente in Nord America e, successivamente, rilevati in Europa, ed è anche simile al virus classico della peste suina, che provoca danni al midollo spinale. Il “parente” più prossimo di LINDA, tuttavia, è un pestivirus rilevato per la prima volta nel 2003 in un allevamento suino commerciale dell’Australia. Denominato successivamente Bungowallah, il virus ha causato aborti, morti e casi di morte improvvisa e, nelle due aziende colpite, ha portato alla perdita di circa 50.000 animali. Questo virus non è mai stato rilevato altrove.

Sebbene i pestivirus siano abbastanza comuni nei bovini, nelle pecore e nei suini, non costituiscono una minaccia per la salute umana.

Fonte WattAgNet