Identificati i geni che influenzano il comportamento sociale dei polli

Alcuni ricercatori dell’Università svedese di Linköping hanno identificato i cinque geni che influenzano il comportamento sociale dei polli. Molti geni erano stati precedentemente collegati al comportamento del sistema nervoso. Ma questo nuovo studio, pubblicato su Genetics, è il primo che assegna a questi geni un ruolo specifico legato al comportamento sociale.

Negli animali la socialità e il comportamento sociale coprono un’ampia gamma di comportamenti. I cani che cercano il contatto umano, o le api da miele usano complesse danze per scambiarsi informazioni su dove trovare le fonti di cibo sono solo due esempi del mondo animale: ma cosa governa effettivamente il comportamento sociale degli animali?

Identificando i geni responsabili della variazione della socialità, possiamo capire come la socialità si forma e come il comportamento sociale è controllato a livello genetico. Per esempio è possibile capire perché alcune persone, o animali, sono più socievoli per natura o altri più indipendenti“, ha spiegato Dominic Wright, docente presso il dipartimento di fisica, chimica e biologia dell’Università di Linköping (IFM) che ha guidato lo studio.

Per il loro studio i ricercatori hanno usato un incrocio tra polli selvatici e domestici. Il gruppo di ricerca AVIAN è uno dei pochi gruppi al mondo con una popolazione riproduttiva di Red Junglefowl, l’antenato del pollame domestico. Per 8.000 anni, gli umani hanno selezionato, e quindi allevato, animali con tratti desiderabili: questo processo è noto con il termine di addomesticamento. Di conseguenza, il pollame di oggi e gli uccelli selvatici originali differiscono ampiamente nei loro comportamenti sociali. In genere, per esempio, il Junglefowl impiega più tempo ad avvicinarsi agli altri uccelli, ma ci passa più tempo una volta stabilito il contatto.

I ricercatori hanno misurato la socialità dei polli collocandoli in un nuovo ambiente ed osservando quanti cercavano il contatto con altri polli. Un pollo più sociale si avvicina agli altri più rapidamente e passa meno tempo ad esplorare i nuovi dintorni. Lo stesso comportamento è mostrato anche da polli più ansiosi. I ricercatori hanno quindi misurato l’espressione genica nell’ipotalamo, una delle regioni del cervello coinvolte nella regolazione del comportamento sociale.

Correlando comportamento, espressione genica e varianti genetiche, i ricercatori sono riusciti ad identificare cinque geni che sembrano controllare gli aspetti di questo comportamento sociale.

Sebbene questi geni siano stati correlati in precedenza con il comportamento o con la funzione del sistema nervoso, è la prima volta che è stato possibile dimostrare che controllano anche la socialità. Abbiamo inoltre scoperto che nei polli molti dei geni influenzano sia la socialità che l’ansia”.

Fonte FeedStuff