I tedeschi mangiano sempre più uova

Secondo i dati preliminari dell’Istituto federale per l’agricoltura e la nutrizione (BLE), rispetto all’anno precedente, nel 2016 i cittadini tedeschi hanno mangiato una media di tre uova in più, vale a dire il 2%, per un consumo annuo pro capite di 235 uova. Il consumo totale è di 19,3 miliardi di uova, Solo nel 2011 il consumo pro capite era di 217 uova.

Il BLE stima che lo scorso anno, in Germania, il numero di galline ovaiole fosse pari 45,1 milioni, vale a dire circa 300.000 o lo 0,7% in più rispetto al 2015.

La posa media di ogni gallina è aumentata dello 0,7% e ogni uccello produce circa 250 uova l’anno. L’aumento del numero di ovaiole disponibili e quello della posa media ha permesso quindi un aumento della produzione complessiva dell’1,3% che arriva a 14,2 miliardi di uova. Di queste, circa 3,60 miliardi vengono esportate direttamente in guscio o come ovoprodotti (erano 3,16 miliardi nel 2015). L’aumento delle esportazioni è ormai continuo dal 2010 e, secondo il BLE, quest’anno è stato raggiunto un volume record.

Per soddisfare la forte crescita della domanda interna, lo scorso anno la Germania ha importato circa 9,64 miliardi di uova (in guscio o ovoprodotti), con un incremento del 6,6% rispetto al 2015. I dati confermano quindi un livello di autosufficienza nazionale pari al 70,1%, in leggero calo rispetto al 2015.

Fonte WattAgNet