I suinetti hanno bisogno di almeno 250 grammi di colostro al giorno

Nelle prime ore dopo la nascita un adeguato apporto di colostro è uno dei più importanti fattori di successo per le prestazioni dei maiali.

In un articolo di Petra Maass e Oliver Duran, pubblicato su Pig Progress, gli autori affermano che le prime 6 ore sono critiche, dato che dopo 24 ore l’intestino dei suinetti si chiude. Questo significa che le immunoglobuline non possono essere assorbite bene.
Inoltre, è importante la quantità di colostro che i maialini riescono ad assumere. Una assunzione di colostro insufficiente è una delle principali cause di mortalità pre-svezzamento. Gli studi hanno dimostrato che in media il 25% dei suini assume una quantità di colostro al di sotto dei 200 grammi al giorno, e laddove l’assunzione è al di sotto dei 100 grammi la mortalità arriva al 65%.

Sulla base di questi studi, si raccomanda una assunzione di colostro di almeno 250 grammi al giorno, quantità che non è facile da ottenere con scrofe altamente prolifiche, e tenendo conto che una scrofa mediamente produce circa 3-4 litri di colostro al giorno.
Un numero sufficiente di tettarelle funzionali (almeno tanti quanti sono i suinetti nati vivi) contribuiscono a garantire che ogni maialino ottenga abbastanza colostro. È fondamentale tenere a mente che le tettarelle posteriori producono meno colostro (e anche meno latte) rispetto a quelle anteriori.

Fonte All About Feed