I progetti di espansione di un’azienda avicola degli Emirati arabi

In vista dell’introduzione dell’imposta sul valore aggiunto, in programma nel 2018, la società avicola integrata con sede a Dubai, Al Rawdah conosciuta in tutto il mondo come Emirates Modern Poultry Co., ha annunciato nuove misure per ottimizzare  la sua efficienza produttiva, aumentare la produzione e espandersi sui mercati esteri.

Parlando in occasione della recente fiera Gulfood, l’amministratore delegato El Rashid Dafalla Mohamed, ha detto al giornale The National che l’azienda mira ad assorbire il costo della nuova tassa, aumentando le vendite totali. Ha inoltre riferito che lo scorso anno, il fatturato aziendale è aumentato dell’8% fino a 54 milioni di dollari, e che per l’anno in corso l’obiettivo è una ulteriore crescita, tra il 7 e il 10%. L’azienda è inoltre punta ad una maggiore efficienza, con polli con elevati tassi di conversione dei mangimi, e all’adozione di misure per il risparmio energetico.

Oltre a questi risparmi, Al Rawda, sta cercando di espandere i suoi mercati in Iraq e in Africa. Secondo Mohamed il business della società in paesi come la Giordania e il Libano non sarà significativamente influenzato dal dollaro molto forte, e proprio in questi paesi, nei prossimi mesi, saranno lanciati nuovi prodotti con il marchio di Al Kabeer.

Secondo i futuri piani di espansione, il prossimo aprile la società aprirà un impianto di trasformazione a Jeddah, in Arabia Saudita. Secondo il sito web aziendale, Al Rawdah, fondata nel 1994, è in grado di lavorare fino a 45.000 uccelli al giorno.

Fonte WattAgNet