I produttori avicoli statunitensi plaudono la sentenza della WTO

L’USA Poultry & Egg Export Council (USAPEEC), il National Chicken Council (NCC), e la National Turkey Federation (NTF) hanno accolto con piacere la conferma da parte della WTO della conclusione dei un suo Gruppo di esperti che aveva ritenuto che le restrizioni all’importazione stabilite dal Governo dell’Indonesia sugli animali e sui prodotti di origine animale provenienti dagli Stati Uniti fossero contrarie alle norme del libero commercio.

La dichiarazione della WTO rappresenta una “vittoria rivelante per gli Stati Uniti, che potrebbe aumentate le opportunità di esportazione per i coltivatori e gli allevatori statunitensi, nonché permettere un maggiore accesso ai consumatori indonesiani a prodotti agricoli statunitensi di alta qualità” ha dichiarato il Rappresentante del commercio americano Robert Lighthizer.

Nella sua decisione la WTO ha confermato che le 18 misure indonesiane contestate dagli USA non sono conformi agli obblighi che l’Indonesia ha assunto nei confronti degli accordi internazionali sul libero scambio e non sono giustificati da misure di ordine pubblico.

Siamo molto lieti di sapere che la posizione del Panel sia stata confermata“, hanno dichiarato congiuntamente USAPEEC, NCC e NTF “Speriamo che questo si traduca nell’esportazione di pollame verso l’Indonesia, un commercio che praticamente non esiste da quasi 10 anni. Abbiamo apprezzato l’impegno con cui Lighthizer ha seguito tutta la questione, e senza il cui coinvolgimento probabilmente il contenzioso non si sarebbe risolto”.

I requisiti indonesiani che limitano o vietano le importazioni di prodotti orticoli e animali provenienti dagli Stati Uniti rappresentano una perdita di milioni di dollari all’anno. L’industria avicola stima che per gli USA il potenziale commercio verso il mercato indonesiano sia di circa 170.000 tonnellate annue, vale a dire 177 milioni di dollari. Il pollame e altri prodotti sono stati colpiti da quello che il Rappresentante del commercio statunitense ha chiamato “regime e licenze commerciali restrittive ingiustificate“. Nel 2015 la WTO ha istituito un gruppo di lavoro per esaminare una denuncia da parte degli Stati Uniti. Nel dicembre 2016 il Gruppo ha pubblicato la sua conclusione, a cui l’Indonesia si è appellata nel febbraio 2017.

L’Indonesia, quarto paese più popoloso del mondo, è un mercato sempre più importante per molte esportazioni statunitensi: nel 2016 gli USA hanno esportato in questo paese oltre 2,6 miliardi di dollari in prodotti agricoli e importando 2,8 miliardi di dollari.

Fonte WattAgNet