I principali produttori avicoli russi continuano a crescere

Anche nel 2017 la produzione russa di carne di pollo continuerà a crescere, anche se a un tasso inferiore rispetto agli anni precedenti; inoltre le aziende che maggiormente saranno in grado di far fronte alle condizioni di mercato meno favorevoli saranno proprio le aziende avicole principali.

Nel 2017, infatti, in Russia, la produzione dovrebbe aumentare solo dello 0,5% per raggiungere i 3,8 milioni di tonnellate. Nell’anno appena iniziato l’espansione del mercato sarà debole per diversi motivi: il fattore principale è che la Russia è diventata quasi autosufficiente nel settore delle carni di pollame. Inoltre i produttori avicoli stanno riscontrando delle difficoltà nell’accesso al credito.
In questo scenario poco favorevole, saranno le principali aziende avicole del paese a trarne i maggiori benefici. Le imprese più grandi dimensioni, infatti, saranno più in grado di supportare gli attesi margini ridotti. Molti pensano di aver visto diminuire la redditività già lo scorso anno, che però è stata supportata da un aumento generalizzato delle vendite.

I principali produttori avicoli russi hanno quindi preferito ottimizzare le loro attività esistenti, piuttosto che acquistare concorrenti più piccoli. Le maggiori aziende avicole della Russia non solo godono di economie di scala, ma rappresentano un investimento più sicuro rispetto alle aziende più piccole e più deboli.

Nel corso degli ultimi due decenni, l’industria russa del pollame ha attirato un significativo sostegno del governo significativo. Tuttavia, con il paese ormai vicino all’autosufficienza, le autorità stanno riconsiderando le loro priorità.

Fonte WattAgNet