I molteplici utilizzi delle piume

Ogni anno il settore avicolo europeo scarta oltre tre milioni di tonnellate di piume. Si tratta di una fonte importante di cheratina che attualmente finisce in discarica o viene incenerita, e che invece potrebbe essere utilizzata per la produzione di vari prodotti ad alto valore aggiunto come fertilizzanti, bioplastiche, biocompositi, additivi per imballaggi biodegradabili o rivestimenti per l’industria tessile .

L’Istituto Tecnologico di materie plastiche, AIMPLAS, con sede a Paterna (Valencia), partecipa al progetto europeo KARMA 2020 che mira a sviluppare processi innovativi per estrarre la cheratina da questi rifiuti avicoli. Per questo, come riporta la rivista Residuos Profesional ,sotto il coordinamento di CIDETEC, e con la partecipazione di 16 partner di 10 diverse nazionalità, è in corso di avviamento una ricerca per progettare un innovativo processo di recupero.

Nello specifico i rifiuti devono essere inizialmente trattati per essere decontaminati da qualsiasi sostanza patogena che possa rappresentare un rischio per la salute delle persone che dovranno manipolarle. Successivamente, si otterranno piume trattate in nanoscala o microscala, per raggiungere la lavorabilità della cheratina attraverso vari processi.

Una volta ottenuta la cheratina delle piume è possibile utilizzarla in diverse applicazioni. Ad esempio, queste particelle possono essere incorporate in biopolimeri ottenuti da fonti rinnovabili per la produzione di imballaggi completamente riciclabili e biodegradabili come quelli alimentari sviluppati dal settore avicolo. In altre parole i polli potrebbero essere confezionati nelle proprie piume.

Dalla cheratina proveniente dalle piume è anche possibile produrre biocompositi. Oppure la cheratina potrebbe utilizzata per la produzione di fertilizzanti. Gli aminoacidi della cheratina sono infatti formati da una struttura che presenta un alto contenuto di azoto, componente principale dei fertilizzanti agricoli.

Inoltre potrebbe essere applicata per lo sviluppo di tessuti tecnici dato che la cheratina fornisce un effetto ritardante della fiamma ed è capace di trasportare il vapore acqueo attraverso il rivestimento.

Il progetto KARMA 2020 ha ricevuto il finanziamento del programma europeo Horizon 2020.

Fonte El Sito Avicola