Modifica ai livelli massimi dei residui di alcune sostanze su o in determinati prodotti

Sulla Gazzetta ufficiale europea L96 del 7 aprile 2017 sono stati pubblicati due regolamenti relativi ai livelli massimi di residui di alcune sostanze in alcuni o su determinati prodotti.

Il Regolamento (UE) 2017/626 della Commissione, del 31 marzo 2017, modifica gli allegati II e III del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di acetamiprid, cyantraniliprole, cipermetrina, ciprodinil, difenoconazolo, etefon, fluopyram, flutriafol, fluxapyroxad, imazapic, imazapir, lambda-cialotrina, mesotrione, profenofos, propiconazolo, pirimetanil, spirotetrammato, tebuconazolo, triazofos e triflossistrobina in o su determinati prodotti.

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea, è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.

Il Regolamento (UE) 2017/627 della Commissione, del 3 aprile 2017, modifica gli allegati II, III e V del regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda i livelli massimi di residui di fenpirossimato, triadimenol e triadimefon in o su determinati prodotti.

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea. Esso si applica a decorrere dal 27 ottobre 2017, è obbligatorio in tutti i suoi elementi e direttamente applicabile in ciascuno degli Stati membri.