I finanziamenti per i contratti di filiera

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 217 del 16 settembre 2016 è stato pubblicato del Decreto del 3 agosto 2016 del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali dal titolo “Condizioni economiche e modalità di concessione dei finanziamenti agevolati per i contratti di filiera e di distretto”.

Il provvedimento prende le mosse dalla Legge 30.12. 2004, n. 311che prevede che presso la gestione separata della Cassa Depositi e prestiti S.p.a. sia istituito il Fondo rotativo per il sostegno alle imprese e gli investimenti in ricerca (c.d. FRI), finalizzato alla concessione alle imprese di finanziamenti agevolati sotto forma di anticipazioni, rimborsabili con un piano di rientro pluriennale.
Nel Decreto in commento si fa riferimento all’art. 66, comma 1, della Legge 27.12. 2002, n. 289 (Finanziaria 2003) che istituisce i contratti di filiera e di distretto, al fine di favorire l’integrazione di filiera del sistema agricolo e agroalimentare e il rafforzamento dei distretti agroalimentari nelle aree sottoutilizzate, ed al Decreto del Mipaaf 8 gennaio 2016, che disciplina i criteri, le modalità e le procedure per l’attuazione dei Contratti di filiera e dei Contratti di distretto e le relative misure agevolative per la realizzazione dei programmi di intervento.

Nel Decreto appena pubblicato vengono anche previste le definizioni di “Accordo di filiera”, “Contratto di filiera”, “Filiera agroalimentare”, “Finanziamento” e “Progetto” (Art. 1), e vengono determinate le condizioni economiche e le modalità di concessione dei Finanziamenti di competenza del Ministero delle Politiche agricole.