I diversi comportamenti delle galline free range

La conoscenza relativa all’utilizzo dello spazio da parte delle galline allevate all’aperto è piuttosto limitata. Per ottimizzare l’uso di questo tipo di allevamento è tuttavia essenziale comprendere se i comportamenti delle galline, individuali o in gruppo, tendono a cambiare.

In uno studio pubblicato su MDPI, effettuato congiuntamente da ricercatori delle università di Berna, e Melbourne, Sydney, e Marsfield, in Australia, è stata utilizzata una tecnologia per il tracciamento individuale (RFID-Radio Frequency Identification) al fine di valutare come le galline appartenenti a due allevamenti commerciali free range, utilizzavano lo spazio a disposizione, e se l’utilizzo era simile o meno.

Il team ha valutato l’utilizzo di tre aree a maggiore distanza dal capannone: veranda (da 0 a 2,4 metri), area vicina (2,4-11,4 m), e area lontata lontano (superiore a 11,4 m). La maggior parte delle galline (gruppo A= 68,6%, gruppo B= 82,2%) hanno raggiunto gli spazi esterni ogni giorno e la maggior parte di loro hanno raggiunto tutte e tre le aree (gruppo A=73,7%, gruppo B=84,5%).

Le galline hanno trascorso la metà del tempo passato all’esterno nella veranda adiacente al capannone. Alcune galline all’interno sarebbero uscite costantemente (con durate e frequenze simili) tutti i giorni, mentre altre risultavano meno costanti. Le galline che erano più coerenti nel loro comportamento hanno speso più tempo all’esterno rispetto a quelle meno costanti.

Fonte mdpi.com