I californiani pagano il 9% in più per le uova

Uno studio sulla produzione e i prezzi delle uova in California ha messo in evidenzia che i consumatori dello Stato hanno inizialmente pagato il 33% in più per acquistare le uova a causa delle severe leggi in materia di benessere degli animali che sono entrate in vigore nel 2015. Ora l’aumento dei prezzi è intorno al 9%.

Secondo i ricercatori Jayson Lusk, responsabile del Dipartimento di Economia dell’Università di Purdue, e Conner Mullally, assistente nel Dipartimento di Economia dell’Università della Florida, da gennaio 2015 a luglio 2016, in California il numero di ovaiole e uova prodotte è sceso di circa il 35%. Poco dopo l’entrata in vigore della legge i rivenditori della California hanno iniziato ad importare uova meno costose da altri Stati.

Rispetto ad altri luoghi degli Stati Uniti i prezzi delle uova sono aumentati abbastanza drasticamente”, ha dichiarato Lusk “Negli ultimi tempi l’impatto sul prezzo è leggermente diminuito, ma non si è esaurito completamente

I ricercatori sottolineano che i prezzi più bassi rilevati nell’ultimo periodo analizzato potrebbero essere conseguenza di un aumento della fornitura di uova, risalita dopo i casi di aviaria che hanno colpito gli Stati Uniti.

Fonte Food Dive