Gli unicorni 2017 del food

Nel mondo del venture capital gli “unicorni” non sono mitici animali, ma molto più prosaicamente aziende start up che hanno raggiunto una valutazione di almeno un miliardo di dollari.

A suo tempo sono stati unicorni Apple, Google, Facebook. L’unicorno è il grande sogno di ogni venture capitalist, il successo mitico di quelle poche che ce la fanno (1-2 start up su dieci).

Nel 2017 gli “unicorni” hanno abbondato. Secondo la classifica di CB Insight, piattaforma di market intelligence specializzata nel settore in tutto il mondo 64 start up sono state incoronate con lo status di unicorno (nessuna italiana, 23 statunitensi), .

Tra queste, cinque aziende sono nel foodtech, a cominciare dalla più famosa Deliveroo: società inglese che ha “inventato” il food delivery (successivamente si sono affacciati vari altri concorrenti), e che è valutata 2 miliardi di dollari.  Tra i suoi investitori troviamo Accel Partners, General Catalisi, Index Ventures.

A seguire Promasidor Holdings (Sud Africa) che è valutata 1,58 miliardi e ha tra gli investitori principali IFC e Ajinomoto. Fornisce prodotti alimentari e bevande di qualità, nutrizionali e convenienti in più di 30 paesi africani con svariati marchi. Fattura 630 milioni di dollari. Di fatto è un’azienda tradizionale, anche se recentemente ha lanciato un marketplace dedicato agli acquisti di food on line.

C’è poi Indigo Agricolture (Usa) valutata 1,4 miliardi (investitori: Activant Capital Group, Alaska Permanent Fund, Baillie Gifford & Co.). Specializzata nell’agricoltura di precisione, Indigo utilizza dati per migliorare il rendimento dei raccolti. Determina di quali microrganismi abbia bisogno una coltivazione, quindi tratta le sementi con quei microrganismi.

Infine, con una valutazione di 1,38 miliardi di dollari, si trova Ginkgo BioWorks, che annovera tra gli investitori Y Combinator, Data Collettive, MassVentures. Definisce se stessa come azienda-organismo. Progetta microrganismi su misura per ogni tipo di applicazione, da raccolti che si fertilizzano da soli a ingredienti fermentati per fragranze.

Fonte EfaNews