Gli insetti alla conquista del mondo alimentare e dei mangimi

La seconda Conferenza internazionale ” Insect to Feed the World ” tenutasi dal 15 al 18 maggio a Wuhan, in Cina, è stata l’occasione per porre ufficialmente le basi della collaborazione internazionale tra 4 associazioni che si occupano di insetti: IPIFF, AFFIA, IPAA e NACIA. Queste rappresentano rispettivamente i produttori di insetti europei, asiatici, australiani e americani, e hanno deciso di organizzare una tavola rotonda per avviare in modo concreto lo sviluppo dell’industria degli insetti, concordando argomenti prioritari su cui lavorare come: Codex Alimentarius, certificazione, educazione e buona igiene pratiche.

Sono lieto che la Cina abbia ospitato questa tavola rotonda”  ha dichiarato Heinrich Katz membro Tesoriere di IPIFF È un passo importante per l’industria a livello internazionale, che ci consentirà di andare avanti insieme positivamente e in modo coerente, per costruire un’industria più forte in grado di affrontare il futuro“.

Sviluppare una certificazione accettata a livello mondiale per la produzione di alimenti e mangimi è un’idea interessante per lo sviluppo di una fondazione a favore delle aziende emergenti, dalla quale cominciare per costruire e poi sviluppare le aziende in grado di aumentare la fiducia e la trasparenza della nostra industria” ha aggiunto il Presidente di AIPAA Olympia Yarger.

Per Marianne Shockley, presidente della NACIAl’educazione è una priorità globale per il settore che si occupa dell’allevamento e del consumo di insetti. Fornire informazioni e messaggi positivi al pubblico è fondamentale, per far progredire l’industria in modo positivo. Attendiamo con impazienza ulteriori collaborazioni e lo sviluppo di kit media, istruzione e formazione adeguati, in grado di promuovere ulteriormente gli insetti come alimenti e mangimi“.

Il Codex Alimentarius è un codice alimentare, istituito dalla FAO e dall’OMS. Da una prospettiva globale, la collaborazione con queste organizzazioni assicurerà l’utilizzo da parte nostra dei regolamenti già esistenti relativi alla salute dei consumatori e al commercio equo“, ha concluso la presidente di AFFIA, Anne Deguerry.

Fonte The Poultry Site